Ultime notizie:

Scopri la Prima Community Italiana di Massaggiatori, Estetiste e Fisioterapisti:
il punto di riferimento per chi cerca un corso di Massaggio in Aula e Online.

La colonna cervicale e i sintomi che può causare.


I dolori del distretto cervicale colpiscono ogni anno una parte importante della popolazione mondiale e nell’arco della vita 2/3 delle persone hanno almeno un episodio di cervicalgia acuta.  

ATTENZIONE!


Conosci il Massaggio Somato Viscerale?

Clicca qui per VIDEO GRATUITO
  Tuttavia, al di là dei numeri, è interessante sapere che non tutte le cervicalgie sono uguali, bisogna capire cosa c’è dietro alla sintomatologia di quel tratto di colonna vertebrale chiamato cervicale.

Le strutture che potrebbero causare dei disturbi in questa sede sono in realtà molteplici:


  • muscoli
  • nervi
  • dischi vertebre
  • tendini
  • fascia muscolare

Trattamento Cervicale

Per capirne le origini del problema, di norma può essere di aiuto, se non altro per escludere gravi patologie, eseguire una ‘’lastra’’ o radiografia cervicale.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, le immagini rilevate ai raggi x non sono sufficienti a diagnosticare molti problemi come contratture muscolari, infiammazioni discali, rigidità vertebrali.

Per identificare la sofferenza di queste strutture, spesso non sono sufficienti nemmeno la Risonanza Magnetica o la TAC (Tomografia Assiale Compiuterizzata), quindi è importante avvalersi delle conoscenze della CLINICA.

Quell’insieme di test o prove che si eseguono manualmente sul paziente, le quali forniscono informazioni sulle strutture coinvolte nella patologia e sono in grado, associate al RAGIONAMENTO CLINICO, di individuare con ridotto margine di errore, le cause di un sintomo.

Un buon terapista dovrebbe orientare la sua formazione alla acquisizione delle competenze teorico-pratiche che gli permettano di analizzare un sintomo, correlando al comportamento del sintomo stesso nella Storia del paziente.

Ecco quindi l’importanza di avere una formazione in TERAPIA MANUALE, la quale si focalizza sullo sviluppo di quelle competenze che permettono di ragionare su ogni singolo caso clinico, per individuare il problema e affrontarlo applicando le tecniche più adeguate, siano esse prevalentemente mirate ai tessuti articolari, fasciali, muscolari o neurali.




Secondo lei il mio problema può dipendere dalla Cervicale?


Più volte mi è stata fatta questa domanda da parte dei miei pazienti che, giustamente, non sempre riescono ad associare causa ed effetto, quando i dolori o i sintomi in questione sono distanti dalla struttura che ne è probabilmente causa fisiologica.


 

GUIDA GRATUITA:
Come scegliere il Corso di Massaggio giusto per te?


10 esperti rispondono alle tue domande > CLICCA QUI
 

La cervicale come causa di mal di testa


Sappiamo bene che dalla cervicale partono diversi nervi che si dirigono verso il cranio. Da qui si può capire come è possibile che la stessa sia causa di mal di testa.

Primo fra tutti il nervo piccolo occipitale, che emerge dai forami laterale tra la seconda e la terza vertebra cervicale e fa salire a innervare l’occipite, fino alla base delle ossa parietali, quindi su tutto il lato posteriore della testa.

Di conseguenza un problema alla cervicale alta potrebbe irradiare dolore alla nuca e nella parte posteriore del cranio.

Gli stessi muscoli del collo come i trapezi e lo sternocleidomastoideo possono proiettare dolore alla testa, rispettivamente e alle tempie e anche alla mandibola.

Inoltre la tensione del trapezio, inserendosi sui muscoli sub occipitali potrebbe irritare l’arteria vertebrale e il nervo di Arnold, due strutture spesso coinvolte nei mal di testa.

Oltretutto sappiamo che il midollo allungato cioè quella parte del midollo che entra nel cranio è sede di nuclei di nervi importanti, come il trigemino, il quale innerva zone del viso vicine agli occhi, mascella e mandibola.

Ebbene il nucleo di questo nervo si trova proprio davanti alla prima vertebra cervicale, la quale, in virtù di una anomalia della sua mobilità, potrebbe causare sintomi dolorosi al viso e alla testa.



La cervicale e il giramento di testa


Le vertigini e i giramenti di testa possono avere delle cause relative a qualche disfunzione del rachide cervicale. Frequentemente si osserva dopo il così detto “colpo di frusta” una associazione dei sintomi di rigidità dolore e vertigini.

Questo accade perche proprio nei tessuti della cervicale esistono numerosi recettori di posizione, che fanno da riferimento per il cervello per quanto riguarda il senso di posizione del collo rispetto al corpo.

In virtù di un trauma forte e delle tensioni che ne conseguono, questi recettori vengono sfasati e inviano informazioni non coerenti al cervello, che pertanto fatica a trovare il giusto bilanciamento del capo nello spazio dando origine alla sensazione di vertigine.

Attenzione però, le vertigini possono essere anche date da un’insufficienza della arteria vertebro-basilare, che può essere compressa o infastidita da un’instabilità cervicale strutturale, come in presenza di una lesione dei legamenti alari che stabilizzano l’occipite sulle prime due vertebre cervicali (atlante ed epistrofeo).

In tutti questi casi la fisioterapia è consigliabile a patto di scegliere l’approccio più corretto che va dalla dolce mobilizzazione nel caso del colpo di frusta, alla stabilizzazione con esercizi attivi nel caso dell’instabilità funzionale o strutturale.

La cervicale non è solo sede di innervazione della testa e dell’occipite ma anche di tutti gli arti superiori.

Per esempio, se c’è un conflitto radicolare al livello della 4 o 5 cervicale, potremmo avere dolori intensi o bruciori sull’apice della spalla o lungo il braccio.

Se la compressione articolare o discale interessa livelli sottostanti, possiamo avere formicolio o dolore anche nell’avambraccio e nelle dita della mano.

Per esempio un conflitto radicolare nel forame intervertebrale tra la sesta e la settima vertebra cervicale può dare dolore all’avambraccio e a tutto il pollice o all’indice e al medio.

Altre strutture articolari vicine alla cervicale, se presentano tessuti o articolazioni particolarmente rigidi, possono dare un dolore riferito in zone molto distanti.

Per esempio un prima costa rigida o un piccolo pettorale contratto e accorciato, interfacciandosi con il plesso brachiale (insieme di nervi che provengono dalla cervicale) possono dare sintomi su braccia e mani.

In presenza di sintomi dolorosi alle spalle e agli arti superiori, soprattutto associati a sintomi neurologici quali perdita di forza, formicolio e dolore urente, che persiste anche a riposo, è sempre bene valutare il tratto cervicale.

In caso di coinvolgimento di questo distretto nella sintomatologia, è bene sapere che la fisioterapia può aiutare a diminuire e talvolta a far regredire totalmente i sintomi.



Sintomi neurologici legati alla cervicale


E’ indicato l’esame neurologico per problemi collegati alla cervicale, in presenza appunto di sintomi neurologici.

Dolore trafittivo anche a riposo;
bruciore agli arti superiori anche a riposo;
intorpidimento degli arti superiori e in particolare delle dita della mano;
formicolio sulla cute delle braccia o di qualche dito della mano;
perdita di forza;
atrofia muscolare (perdita di volume del muscolo).


 

I CORSI DI MASSAGGIO DI 2 GIORNI SONO VALIDI?


Scopri la verità sui corsi di pochi giorni: CLICCA QUI
 

Cosa si valuta nell’esame neurologico per i nervi che provengono dalla cervicale e innervano gli arti superiori?


L’esame neurologico ci può dare la conferma o meno dell’interessamento dei nervi periferici nella sintomatologia.

Nell’esame neurologico si valuta la forza, i riflessi con il classico mantelletto e la sensibilità cutanea superficiale e profonda dolorosa.

Questo esame può essere eseguito dal medico che valuta il paziente o dal fisioterapista direttamente nella fase valutativa della seduta.


Cause Cervicale

Formicolio e mal di testa dovuti alla colonna toracica


Quando il formicolio degli arti superiori non riguarda delle dita in particolare, ma è a guanto, cioè prende tutta la mano o tutto l’avambraccio e scende su tutta la mano, potrebbe essere causato dalla rigidità toracica.

In questo tratto della colonna, infatti, esistono dei centri importanti del sistema nervoso autonomo, che determina la vasocostrizione o la vasodilatazione delle arterie e delle vene.

Una disfunzione in questa zona potrebbe appunto determinare un’anomalia nel controllo vascolare, per cui si creano questi sintomi di formicolio diffuso, in particolare notturno e spesso bilaterale (sia alla mano o al braccio destro che a sinistra).

In letteratura esiste la descrizione di una patologia chiamata “T4 sindrome”, proprio perché si è riscontrata l’associazione della rigidità toracica nella zona interscapolare (intorno alla quarta vertebra toracica) con il formicolio a guanto delle mani e spesso al mal di testa.

Il mal di testa ha tipicamente una distribuzione a casco, descritto come un peso o una compressione costante su tutta la testa.



Come si cura il mal di testa di origine toracica?


Ancora una volta il miglior trattamento e la mobilizzazione toracica per dare più movimento ed elasticità a questo distretto.

Tutti questi trattamenti devono però essere associati a una correzione posturale per dare risultati stabili.

La postura ci accompagna lungo tutta la giornata quindi è naturale che gli effetti siano più incisivi rispetto a fare uno o due ore di fisioterapia alla settimana.

Uno dei migliori investimenti per la propria saluta sia che è sicuramente correggere la propria postura o frequentare corsi che insegnino come stare seduti, come stare in piedi fermi mentre si fanno dei lavori come lavare i piatti, stirare o sollevare pesi, e infine come camminare eretti.



Ti è piaciuto questo articolo?
Sono articoli che ogni mese riceviamo da Osteopati, Fisioterapisti, Esperti Shiatsu...
Se vuoi scrivere anche tu un articolo per noi ti basta contattarci

Se invece non hai ancora visto i tuoi VIDEO GRATUITI ti basta CLICCARE QUI!





Gli articoli più letti:

Ultimi articoli

Le tre tecniche di massaggio che fanno la differenza
di semplice manualità, che portano benefici mirati

scopri di più

Cervicale: sintomi, cause, cure e rimedi.
La cervicale come causa di mal di testa

scopri di più

Trigger point: la guida ai punti grilletto.
I trigger point o punti grilletto sono zone rintracciabili sui muscoli, capaci di irradiare dolore anche a distanza se premute o massaggiate.

scopri di più

Massaggio da Ufficio.
Come fare un massaggio perfetto grazie usando una semplice sedia.

scopri di più

La manipolazione fasciale della spalla
come si valuta la cuffia dei rotatori e le contratture muscolari.

scopri di più

Come diventare un massaggiatore?
Vediamo come funziona realmente la situazione in Italia

scopri di più

Esercizi per il mal di schiena.
gli esercizi per il mal di schiena che puoi fare in ogni momento.

scopri di più