Ultime notizie:

Gli specialisti della formazione avanzata per Estetiste e Massaggiatori:
scopri perchè siamo il punto di riferimento per chi vuole fare un corso di massaggio.

La Cervicobrachialgia



Con il termine cervicobrachialgia si intende una sindrome che colpisce il distretto cervicale, ma che può manifestare i suoi sintomi anche esclusivamente lungo gli arti superiori.

In genere, il dolore parte dalla cervicale e decorre o anteriormente o posteriormente al braccio fino ad arrivare, talvolta, alla mano.

Vediamo insieme in questo articolo le cause principali e gli esercizi per curare la cervicobrachialgia.

Quali sono le cause dei sintomi?


Le cause della cervicobrachialgia possono essere molteplici, inquanto esistono diverse strutture che chiameremo “interfacce”, le quali possono essere un articolazione, un muscolo, un disco intervertebrale (ernia o protrusione) o un passaggio “ristretto” come l’area sotto la clavicola o il cavo ascellare, dove il plesso brachiale (cioè l’insieme dei nervi che partono dalla cervicale per innervare il braccio) può essere schiacciato e dare sintomi irradiati sul braccio.

Talvolta questi sintomi sono associati ad altri sintomi detti neurologici: ovvero formicolio nelle dita della mano o perdita di forza associata a carenza di riflessi mio tendinei.


Come si tratta la cervicobrachialgia?


In generale c’è quasi sempre una indicazione al trattamento conservativo, ovvero alla fisioterapia, con la quale si cerca di migliorare la vascolarizzazione del nervo interessato, trattando quelle strutture che lo infastidiscono.

Per esempio possiamo trattare allungando manualmente un muscolo retratto, o massaggiandolo, possiamo mobilizzare una articolazione rigida per migliorarne la mobilità e facilitare la decompressione del nervo, oppure possiamo mobilizzare un disco per diminuirne l’irritazione e favorirne la normalizzazione a vantaggio dei tessuti nervosi circostanti.



Quanto tempo possono durare i sintomi?


La durata del problema dipende da tanti fattori quali l’entità della compressione e la natura della stessa.

In generale se la compressione è di origine muscolare o articolare, la prognosi sarà più favorevole nel breve periodo, mentre se la compressione è di origine discale la prognosi sarà più a lungo termine (qualche mese).

Dalla letteratura scientifica si sa che tuttavia a sei mesi dall’esordio dei sintomi la patologia tende a regredire spontaneamente meglio ancora se aiutata dai trattamenti fisioterapici.

Naturalmente in associazione alla terapia manuale esiste la possibilità di assumere farmaci come i cortisonici o gli inibitori del sistema nervoso che nel breve periodo aiutano a ridurre la sintomatologia.



Quando si deve operare?


L’indicazione chirurgica esiste per quei casi in cui l’importanza o la gravità dei sintomi siano incompatibili con una sufficiente qualità di vita con grave compromissione anche dell’aspetto psico-sociale del paziente.

Tipicamente in questi casi la natura della compressione è discale, per cui chirurgicamente si procede a rimuovere o asportare quella parte di disco erniata che comprime le radici nervose.


Cervicobrachialgia esercizi da fare


Per dare sollievo ai dolori che si irradiano lungo il braccio, in particolar modo quando c’è una sofferenza del nervo mediano, è importante eseguire questo esercizio di neurodinamica.

Ovvero, un esercizio che favorisce col movimento la vascolarizzazione e il nutrimento del nervo stesso.L’esercizio comporta l’estensione del gomito a braccio elevato e contemporaneamente la flessione delle dita e del polso.

Successivamente si compie il movimento opposto, quindi la flessione del gomito accompagnata dall’estensione delle dita e del polso.

Eseguire 10 - 15 volte consecutivamente più volte al giorno.



Gli articoli più letti:

Vuoi vedere altri video gratuiti di Ginnastica Posturale?
*Inserisci qui sotto la tua email per ricevere altri video gratuiti.



Ultimi articoli

Le tre tecniche di massaggio che fanno la differenza
di semplice manualità, che portano benefici mirati

scopri di più

Cervicale: sintomi, cause, cure e rimedi.
La cervicale come causa di mal di testa

scopri di più

Trigger point: la guida ai punti grilletto.
I trigger point o punti grilletto sono zone rintracciabili sui muscoli, capaci di irradiare dolore anche a distanza se premute o massaggiate.

scopri di più

Massaggio da Ufficio.
Come fare un massaggio perfetto grazie usando una semplice sedia.

scopri di più

Riflessologia e Massaggio Rilassante ai piedi.
Il massaggio rilassante ai piedi è un trattamento sicuramente invitante e distensivo, ma inoltre apporta molti benefici al fisico ed alla mente.

scopri di più

La manipolazione fasciale della spalla
come si valuta la cuffia dei rotatori e le contratture muscolari.

scopri di più

Come diventare un massaggiatore?
Vediamo come funziona realmente la situazione in Italia

scopri di più

Esercizi per il mal di schiena.
gli esercizi per il mal di schiena che puoi fare in ogni momento.

scopri di più